Educazione Civica Digitale

Realtà aumentata: le app migliori

Tra le ultime novità del mondo della tecnologia ci sono le app di realtà aumentata. Si tratta di applicazioni che stanno riscuotendo sempre maggiore successo tra il grande pubblico, complice anche una diffusione a macchia d’olio dei dispositivi di tecnologia mobile, come smartphone e tablet. Ma quali sono le caratteristiche di questa nuova tecnologia e le app per Android e Apple che stanno riscuotendo maggiore successo?

App realtà aumentata: le caratteristiche di questa tecnologia

Quando si parla di app di realtà aumentata, si tende a confondere la realtà aumentata, conosciuta anche come augmented reality o AR, e realtà virtuale. Sebbene, infatti, questi termini possano sembrare sinonimi, presentano sostanziali differenze. In particolare, quando si parla di realtà aumentata si fa riferimento ad una realtà arricchita, caratterizzata dall’unione di realtà virtuale e ambiente reale. In sostanza, il mondo reale viene aumentato attraverso l’utilizzo della tecnologia che fornisce importanti informazioni che contribuiscono ad arricchire e migliorare la realtà. Tra i punti di forza della realtà aumentata c’è l’interazione tra virtuale e reale, in grado di fornire un’esperienza unica e coinvolgente. Invece, quando si parla di virtual reality o realtà virtuale, ci si riferisce ad una ambiente interattivo digitale tridimensionale, interamente ricreato attraverso un dispositivo digitale.

Realtà aumentata: le migliori app per Android

Sono diverse le aziende che hanno compreso il potenziale di queste nuove applicazioni. Così le hanno sviluppate per adattarle a diversi campi.

Il funzionamento di queste app di realtà aumentata si basa sull’interazione tra mondo virtuale e reale. Grazie alla fotocamera è possibile ottenere immagini dell’ambiente reale, arricchite dai contenuti interattivi presenti all’interno dell’applicazione specifica. I campi di applicazioni di questa tecnologia sono moltissimi, e vanno dall’uso in contesti di traduzione, al mondo del turismo e dell’accoglienza, fino ad arrivare ad applicazioni educative e dedicate all’intrattenimento.

Tra le applicazioni di realtà aumentata per Android, troviamo Google Measure, che consente la misurazione delle distanze attraverso il proprio dispositivo mobile. Google ha, inoltre, sviluppato Google Lens, che attraverso l’interazione tra il motore di ricerca e la fotocamera permette il riconoscimento degli oggetti del mondo reale.

Un’altra interessante applicazione è Wikitude, che può risultare molto utile se si effettuano viaggi ricorrenti. Essa consente, attraverso l’uso combinato della fotocamera insieme al dispositivo GPS dello smartphone, di ottenere informazioni aggiuntive sui luoghi da visitare, fornendo specifiche riguardanti punti di interesse per il turista come luoghi di ristorazione e musei.

Anche il settore educativo è stato interessato dall’innovazione AR. Un’app molto utile è SketchAR, che permette a coloro che la utilizzano di disegnare, attraverso la proiezione dell’immagine che si vuole riprodurre sul foglio, attraverso lo smartphone. Le app di realtà aumentata vengono utilizzate anche all’interno del mondo automotive, in particolare per imparare a guidare. Driver Assistant è un applicazione che funziona mediante la fotocamera del cellulare. Essa inquadra la strada, mentre l’app fornisce preziose informazioni riguardanti il significato della segnaletica orizzontale e verticale, oltre che dati in grado di consentire una guida sicura, come ad esempio la rilevazione della distanza di sicurezza con l’auto che lo precede.

Le proposte di Apple

Anche Apple ha sviluppato applicazioni di realtà aumentata in grado di consentire l’interazione tra reale e virtuale, progettando strumenti in grado di arricchire l’esperienza sul device Apple. Tra questi, c’è ModiFace, un’applicazione  che consente di sperimentare diversi look e make up, attraverso una prova virtuale del prodotto di cosmesi che si vuole acquistare.

Un altro settore che sta sfruttando sempre di più l’interazione tra mondo virtuale e reale è quello del real estate e dell’arredamento di interni. Grazie a Morpholio Trace, si è in grado di visualizzare i cambiamenti architettonici della propria casa in caso di ristrutturazione.

Anche Ikea ha progettato un’applicazione per device Apple che sfrutta la realtà aumentata. Si tratta di un’app che fornisce la possibilità di provare virtualmente all’interno della propria abitazione i mobili Ikea, senza doversi recare in negozio, con un risparmio di tempo notevole.

Infine, sono diverse le app di gaming che sfruttano la realtà aumentata. Tra queste troviamo Monster Battle, dove è possibile visualizzare i personaggi in 3D e giocare all’interno di luoghi reali, oppure Magic Sudoku, dove basta inquadrare il cartellone del Sudoku per ritrovarselo sullo Smartphone.

Le app di realtà aumentata stanno ormai diventando sempre più conosciute e utilizzate: sicuramente, una tendenza da tenere d’occhio.

 

A cura di

Miriam Salamone


FONTI:

 CREDITS: